A PALERMO SCARICANO SALME DI MIGRANTI E ATTREZZANO LE CHIESE COME DORMITORI - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

A PALERMO SCARICANO SALME DI MIGRANTI E ATTREZZANO LE CHIESE COME DORMITORI

A PALERMO SCARICANO SALME DI MIGRANTI E ATTREZZANO LE CHIESE COME DORMITORI

Share This

Dalla nave militare Etna, approdata stamane nel porto di Palermo, con 767 migranti raccolti in diverse operazioni nel Canale di Sicilia, stanno scaricando le bare con le 10 salme dell'ultimo naufragio avvenuto davanti le coste libiche. Quattro persone ustionate sono state portate in ospedale. I profughi saranno portati in centri Caritas e parrocchie.

E' di 10 morti il bilancio di un naufragio avvenuto ieri pomeriggio a circa 40 miglia a nord delle coste libiche: un gommone carico di migranti è affondato e il primo intervento di soccorso è stato effettuato da Nave Dattilo della Capitaneria di Porto che ha recuperato anche 39 naufraghi. Lo rende noto la Marina militare. Sul posto del naufragio, spiega una nota, sono arrivate anche la fregata Scirocco e il pattugliatore Orione per prestare soccorso. Ci sarebbero stati circa 90 migranti sul gommone affondato ieri a 40 miglia a nord della Libia. Il gommone, secondo quanto si apprende, era stato avvistato mentre era in navigazione da un aereo portoghese inserito nel dispositivo Frontex. Quando però la nave della Guardia Costiera e i mercantili dirottati per prestare i soccorsi sono arrivati in zona, il gommone era già affondato. Dopo aver recuperato 39 naufraghi e i cadaveri di 10 migranti, i soccorritori stanno ora cercando gli eventuali dispersi.

La Caritas ha attrezzato centri ed ex scuole per ospitare 550 profughi. ''Servono vestiti, scarpe. Se ci sono persone che possono portarci capi di vestiario anche per bimbi alla Caritas lo facciano perché sono in arrivo nelle prossime settimane migliaia di migranti e non abbiamo più nulla da dare". E' l'appello di don Sergio Mattaliano, direttore della Caritas di Palermo dopo l'arrivo dei 767 migranti. "Accoglieremo 550 migranti in varie chiese e centri Caritas'', ha aggiunto. 

A Palermo numerose chiese sono state svuotate e al posto delle panche per i fedeli e dell'altare sono stati sistemati lettini per i migranti giunti oggi e nelle scorse settimane. La chiesa sconsacrata di San Carlo, dov'è annesso il centro Caritas Santa Rosalia, tra statue di santi, stucchi e mosaici, crocifissi è stata occupata da decine di brande dove i volontari hanno sistemato i profughi. (Ansa)


Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad