"SIMONE WEIL. LA RIVELAZIONE GRECA" AL FELTRINELLI POINT


La settimana del Feltrinelli Point Messina inizia martedì 13 maggio alle ore 17:45 con “Simone Weil. La rivelazione greca” (Adelphi, 2014) a cura di Maria Concetta Sala e Giancarlo Gaeta. In dialogo con la curatrice Maria Concetta Sala interverrà Rita Fulco.

L'incontro tra Simone Weil e alcuni testi della Grecia antica – innanzitutto l’Iliade, Platone, i Pitagorici e i tragici – ha segnato uno dei picchi del secolo scorso. Nulla di quanto la luce della sua mente ha raggiunto è rimasto immutato. In particolare i Vangeli, come se la via regale per capirli non passasse da Gerusalemme, ma da Atene. Il Verbo come mediatore, il soprannaturale e l’innaturale, la bellezza del mondo, il giusto punito, la sventura: sono alcuni dei temi che Simone Weil affronta, non più nella forma altamente condensata dei Quaderni, ma in una trattazione distesa, come chiarendo in primo luogo a se stessa le sue abbaglianti intuizioni.

Rita Fulco, studiosa che si dedica da 15 anni a Simone Weil, è saggista, dottore di ricerche in Filosofia (Università di Messina) e in “Diritti umani” (Università di Palermo). Maria Concetta Sala è una delle studiose più illustri di Simone Weil, curatrice per Adelphi di molte sue opere, tra cui, apparse di recente, “Attesa di Dio” e “La persona e il sacro”. Entrambe fanno parte dell’”Association pour l’étude de la penseé de Simone Weil” con sede a Parigi e hanno pubblicato sulla rivista dell’Associazione “Cahiers Simone Weil”, edita sempre a Parigi.





Commenti