GIORNATA DI MOBILITAZIONE IN MEMORIA DI PEPPINO IMPASTATO E ALDO MORO


Il Movimento Studentesco Aut, l'Associazione Socioculturale "Peppino Impastato" e la Consulta Provinciale e Regionale degli Studenti Siciliani, hanno organizzato per venerdì 9 maggio una giornata di mobilitazione a Messina in memoria di Peppino Impastato e di Aldo Moro. 

L'evento prevede il concentramento dei partecipanti intorno alle 8:30 nella Piazza Antonello a Messina, da dove partirà  alle ore 9:30 un corteo in memoria di tutte le vittime della violenza, che terminerà con un'assemblea cittadina a Piazza Unione Europea (di fronte al Municipio), con interventi da parte degli organizzatori, dei partecipanti e di alcuni rappresentanti delle Istituzioni cittadine. Il pomeriggio, a partire dalle ore 16:00, nell'Area Pedonale Cairoli e zone limitrofe, avrà luogo la Giornata dell'Arte, con manifestazioni artistiche estemporanee, esposizione di opere d'arte di vario tipo e provenienza, spettacoli teatrali e mostre fotografiche. 

"Peppino Impastato, sindacalista comunista siciliano, a nostro avviso è da commemorare poiché fu ucciso dalla mafia di Cinisi, in quanto assiduo denunciatore dei collegamenti tra questa e le istituzioni locali. - spiegano gli organizzatori in una nota - E' da commemorare poiché simboleggia il valore ed il coraggio che ogni siciliano dovrebbe avere per sconfiggere il cancro mafioso e ridare dignità alla propria terra. Aldo Moro, segretario nazionale della Democrazia Cristiana, fu con ogni probabilità assassinato per via del Compromesso Storico, l'alleanza di governo che stava per portare a termine insieme al Partito Comunista Italiano di Enrico Berlinguer. Tale alleanza era un pericolo per i gruppi segreti, come la loggia massonica Propaganda 2 (P2) o la covert operation americana chiamata "Gladio" (in collaborazione con parte dei servizi segreti e dell'esercito italiani), poichè tali gruppi rappresentavano gli interessi della grande finanza ed industria americane, che avevano come obiettivo di sconfiggere il "pericolo comunista" in Italia".

"Di conseguenza,  - prosegue la nota - tale alleanza tra DC e Pci avrebbe portato Moro a ricoprire posizioni sempre più importanti a livello istituzionale. Posizioni inaccettabili per questi gruppi e per gli interessi dei ceti dominanti che li comandavano; il tutto andava impedito, e l'assassinio di Moro fu ordito proprio da tali gruppi legati agli Usa ed ai servizi segreti italiani ed americani. Le Br igate Rosse dell'assassinio Moro, infatti, furono sostanzialmente un'invenzione di tali gruppi: l'intellettuale italiano Vladimiro Giacché ha definito le Br del caso Moro "un club di servizi segreti". Aldo Moro, dunque, è da commemorare poiché martire della colonizzazione americana dell'Italia. Infatti, solo prendendo coscienza del nostro status di colonia americana (ed il Muos, l'antenna satellitare americana dannosa per la salute, ma utile per gli interessi militari Usa, impiantata recentemente in Sicilia, insieme alle 113 basi militari americane contenenti oltre 100 testate nucleari, ne sono l'ennesima prova), ed esclusivamente ricostruendo la storia dell'ingerenza a stelle e strisce negli affari nazionali italiani, potremo puntare a riacquistare una piena sovranità ed indipendenza nazionale, prerogative di cui la Sicilia e l'Italia sono state private da settant'anni".

"Siamo lieti di invitarvi a questa giornata di mobilitazione politica, nel senso più antico del termine, come servizio sociale e artistico-culturale alla comunità,  - concludono gli organizzatori - convinti che sia questa la strada da percorrere per ridare vitalità ed energia alla cittadinanza di una terra assopita dal malaffare e dallo sfruttamento, dalla sudditanza a padroni d'oltreoceano e da padroncini mafiosi e massoni locali. Siamo convinti che questa terra può rinascere, ma dipende da ognuno di noi. Se ci credete anche voi e volete rendervi participi alla rinascita, ci vediamo venerdì in piazza". 

Per altre info andare all'evento Facebook AUT - 9 Maggio - Manifestazione Cittadina - Giornata dell'Arte.




A.D.P.


Commenti