I VERDI MESSINA BOCCIANO LA PROPOSTA DI BISCONTE COME CENTRO MIGRANTI - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

I VERDI MESSINA BOCCIANO LA PROPOSTA DI BISCONTE COME CENTRO MIGRANTI

I VERDI MESSINA BOCCIANO LA PROPOSTA DI BISCONTE COME CENTRO MIGRANTI

Share This

Il coordinatore cittadino dei Verdi, Raffaele Scirocco e la coordinatrice provinciale dei Verdi, Raffaella Spadaro hanno diramato una nota nella quale bocciano la proposta del sindaco di Messina, Renato Accorinti di creare nella caserma Bisconte un centro di accoglienza per i migranti. "I Verdi di Messina  - si legge nella nota - credono che le politiche di accoglienza verso profughi e migranti intraprese dall'Amministrazione Accorinti siano troppo vicine ad una visione securitaria degna delle destre, lontana anni luce dalla nostra in quanto siamo contrari alla decisione adottata dalla giunta per la collocazione dei migranti e rifugiati nella caserma di Bisconte perchè sarebbe semplicemente un riproporre CIE e CARA".

"Per sicurezza, noi Verdi - prosegue la nota - intendiamo la tutela della salute e dell'ambiente con modalità preventive, tra le quali il rispetto fondamentale dei diritti della persona nella sua fisicità, nella sua condizione psicologica, nell'alimentazione e nel rendersi ed esprimersi un libero cittadino del mondo senza mai soffrire a causa di un pregiudizio legislativo che rende un migrante e un rifugiato come una persona non gradita o pericolosa. I luoghi di accoglienza per noi Verdi devono essere aperti, ospitali e adeguati ad un degno soggiorno che rispetti sia i migranti e i rifugiati che il contesto nel quali si trovano dato che reputiamo la scelta di Bisconte una decisione inadatta che sicuramente ghettizzerà ancora di più i locali cittadini e i nuovi arrivati a causa di una visione xenofoba e classista".

"Noi Verdi - concludono Scirocco e Spadaro - auspichiamo per  quanto detto che l'Amministrazione cambi decisamente al riguardo per evidenziare un reale cambiamento sia rispetto alla situazione nazionale che da quanto è avvenuto in passato nella nostra città".

A.D.P.


1 commento:

  1. Sono d'accordo con questa impostazione, mi piange anche il cuore a vedere questi poveri ragazzi, tutti educati ed istruiti chiedere l'elemosina ai semafori. Sicuramente al loro interno si è creata una mafietta che va stroncata.

    RispondiElimina

Post Bottom Ad