I PALAZZI DELLA GRANDE RICOSTRUZIONE DI MESSINA POST TERREMOTO


La storia della ricostruzione di Messina dopo il terremoto del 1908, la cultura del tempo rivissuta attraverso documenti inediti, storie, aneddoti e preziose testimonianze raccolte dallo studioso Giulio Romano nel volume “200 - I Palazzi della Grande Ricostruzione di Messina. La cultura, i progettisti e le imprese protagoniste”, che sarà presentato oggi, domenica 23 marzo, alle 18, nella Chiesa di Santa Maria Alemanna a Messina. 

L’evento, promosso dall’editore Costantino Di Nicolò, in collaborazione con il Rotaract Club Messina, presieduto da Marilù Verzera, avrà un testimonial speciale: l’attore messinese Ninni Bruschetta, che leggerà parte della prefazione curata dallo scrittore Vanni Ronsisvalle. L’opera, di circa 160 pagine, è un racconto appassionato e puntuale, in grado di restituire alla memoria collettiva uno spaccato di architettura, ingegneria e pianificazione urbanistica, con una descrizione analitica di isolati e palazzi di pregio artistico, corredata da fotografie di Giovanni Isolino e Deborah D’Angelo. 


All’incontro, moderato dal giornalista Massimiliano Cavaleri, oltre all’autore, Giulio Romano, parteciperanno tra gli altri il presidente della Fondazione Architetti nel Mediterraneo, Pino Falzea, l’architetto Nino Principato e lo storico e docente dell’Università di Palermo, Marcello Saija. Prenderanno parte alcuni sostenitori dell’iniziativa editoriale: il presidente dell’Ordine dei Medici, Giacomo Caudo, il presidente della Commissione Cultura del Comune, Piero Adamo, la presidente dell’Archeoclub, Mariella Paladini, la vicepresidente dell’Associazione Mogli Medici Italiani, Francesca De Domenico, la priora generale della Dame Templari Federiciane di Messina, Rosamaria Petrelli e il presidente del Rotary Club Messina, Ferdinando Amata. Ad arricchire l’evento, l’intervento musicale del chitarrista Gianluca Rando, che accompagnerà la voce di Carla Andaloro.


Commenti