ore

Breaking

Post Top Ad

lunedì 24 marzo 2014

GLI SMS DI REEVA RIVELANO CHE AVEVA PAURA DI PISTORIUS


"Quella che stiamo vivendo è una relazione con un doppio metro, ogni cinque secondi a me tocca sentire che tu ti sei visto con un’altra ragazza. Sei uscito con un sacco di donne, eppure ti arrabbi se io menziono qualche aneddoto divertente a proposito di qualcuno con cui sono stata per parecchio tempo. .... Mi rendi felice il 90% del tempo. .... Da quando sei tornato dal Capo mi aggredisci in continuazione. Capisco che stai male ma è crudele da parte tua. A volte ho paura di te. Del modo in cui mi parli, del modo in cui scatti. ... A volte sono spaventata da te, dal modo con cui mi affronti di petto, e da come reagirai nei miei confronti". A scrivere queste parole in alcuni sms inviati a Oscar Pistorius, la modella Reeva Steenkamp venti giorni prima della sua morte. Degli sms che rivelano che Reeva aveva paura di quello che era il suo fidanzato.

Il processo contro Pistorius accusato del femminicidio, è giunto alla quarta settimana. Una testimone, vicina di casa dell’atleta, Anette Stipp, ha raccontato di aver sentito quella notte tre spari, poi le "urla terrificanti" di una donna, seguite da altri colpi d’arma da fuoco. 

I "segnali" per comprendere di trovarsi davanti ad un uomo violento forse la povera Reeva non era riuscita a coglierli ma sono evidenti nel comportamento tipico di Pistorius che soffriva di manie di persecuzione e si sentiva inferiore a qualsiasi uomo che si avvicinava alla modella nei cui confronti nutriva non amore ma un senso di possesso che, spesso, noi donne confondiamo con l'amore.


Antonella Di Pietro



Nessun commento:

Posta un commento