ore

Breaking

Post Top Ad

domenica 23 marzo 2014

DA STASERA FINO A PASQUA LA SERIE EVENTO "LA BIBBIA"


Da stasera, domenica 23 marzo, alle ore 21,15 e per cinque prime serate fino a Pasqua, in anteprima assoluta, andrà in onda su Rete 4, l'Antico e il Nuovo Testamento nella più moderna versione televisiva del libro più diffuso della storia: la Bibbia. Per l’adattamento televisivo in chiave hollywoodiana de "La Bibbia", realizzata da LightWorkers Media e Hearst Productions con il canale via cavo americano History Channel, la produzione ha messo in campo un complesso di mezzi imponenti. Un budget di 22 milioni di dollari. Cinque mesi di riprese. Una troupe di 400 persone, tra attori, comparse e tecnici. Un team di 47 esperti, fra sceneggiatori, teologi, consiglieri e studiosi biblici. Massima attenzione per le ricostruzioni di ambientazioni e costumi, resi nei dettagli con minuziose ricerche iconografiche e storiche. 

Un cast internazionale. Gli esterni, girati a Ouarzazate, in Marocco, hanno visto sul set maestranze provenienti da tre continenti: Europa, Africa, America. La maggior parte degli attori è stata scelta tra artisti con esperienze teatrali per evitare - come affermano i produttori - di "distrarre il pubblico con celebrità riconoscibili". Il risultato di tale impegno è un’opera unica nel suo genere. A interpretare Gesù, l'attore portoghese Diego Morgado. Alla regia, due britannici e un canadese, Christopher Spencer, Tony Mitchell e Crispin Reece. 

Il debutto della serie "The Bible" su History Channel, negli Stati Uniti, è stato seguito da 13,1 milioni di telespettatori, il programma della tv via cavo più visto del 2013. Distribuita in tutto il mondo (a esempio in Gran Bretagna, Spagna, Australia, Francia, Brasile), l’illustre sceneggiato ha raccolto oltre 100 milioni di spettatori. 

La versione italiana della serie ha coinvolto 180 doppiatori, voce narrante, Paolo Buglioni (Nick Nolte, Samuel L. Jackson, Alec Baldwin); quella di Gesù è di Fabio Boccanera (Johnny Depp, Colin Farrel, Matt Damon, Clive Owen). L’edizione è stata curata da Sandro Fedele, sotto la direzione di Roberto Chevalier.  

La miniserie, concretizzata privilegiando episodi e protagonisti più esemplari di Antico e Nuovo Testamento, è stata distribuita in tutto il mondo (dalla Gran Bretagna alla Spagna, dalla Francia al Brasile sino all’Australia), dove ha raccolto oltre 100 milioni di spettatori complessivi. Al termine di ogni puntata, infine, un approfondimento critico di Tatti Sanguineti sul rapporto tra Hollywood e la Bibbia.


A.D.P.


Nessun commento:

Posta un commento