ore

Breaking

Post Top Ad

lunedì 3 febbraio 2014

NOTTE DELLA CULTURA 2014: OMAGGIO A ANTONELLO DA MESSINA - TUTTI GLI EVENTI


Nel corso di una conferenza stampa tenutasi oggi, lunedì 3 febbraio, a Palazzo Zanca, il sindaco di Messina, Renato Accorinti insieme agli assessori: alla Cultura, Tonino Perna; al Commercio, Patrizia Panarello; alla Viabilità, Gaetano Cacciola; ed al commissario straordinario della Provincia regionale, Filippo Romano, ha illustrato la bozza del programma del primo appuntamento delle tre Notti della Cultura. All'incontro erano presenti, tra gli altri, il presidente della II municipalità, Antonino Zullo e la responsabile della Soprintendenza di Messina - sezione Beni storico-artistici, Grazia Musolino. 

Il primo appuntamento delle Notte della Cultura 2014 sarà dedicato alla figura del grande pittore del Quattrocento, Antonello da Messina, e si terrà il 15 febbraio nel foyer del Palacultura, con inizio alle ore 19. In programma una mostra didattica delle riproduzioni artistiche di tutte le opere ed eventi per la "Via di Antonello", antico Quartiere Sicofanti e letture antonelliane "Da Sciascia a Consolo" con brani di suggestivi testi letterari di Leonardo Sciascia “L’ordine delle somiglianze”, Campanile (“Gli Ignoti”), Perec (“Il condottiero”) e un omaggio a Vincenzo Consolo, con  brani letti e evocati dai due attori messinesi Luca Fiorino e Daniele Gonciaruk, accompagnati dalle musiche classiche del “Trio Ars Vetus” composto dal maestro Antero e Joseph Arena, al violino, e Maria Assunta Munafò, al clavicembalo.


L'evento di sabato, creato da Mostre d'arte a Messina , è stato organizzato, con il patrocinio del Comune di Messina, dall'Associazione Culturale "Antonello da Messina", curata da Milena Romeo che presenterà il progetto "Antonellus Messaneus" insieme a Giuseppe Brancato.

La manifestazione di inaugurazione della Mostra, alle ore 19 al Palacultura, prevede gli interventi del sindaco Renato Accorinti, dell’assessore alla Cultura Tonino Perna, del coordinatore della sede delegata dell’Antonello Sergio Di Giacomo, dello storico Salvatore Bottari, dell’”Osservatorio Antonelliano”, che evidenzierà il rapporto tra Antonello e la sua città, dello scrittore Domenico Cacopardo, che si soffermerà sulla diffusione della figura di Antonello nel mondo.

"Il coinvolgimento della nostra città in occasione di simili iniziative - ha sottolineato il sindaco Accorinti - consente l'arricchimento e la crescita culturale che rappresentano un aspetto fondamentale, per dare un'ulteriore spinta al cambiamento di Messina. Come Amministrazione comunale ci occupiamo di tante questioni delicate ed occupazionali, ma l'organizzazione di eventi culturali rientra nella logica fondamentale del rilancio del nostro territorio". 

L'assessore Perna ha evidenziato che "la scelta di dare il via alle Notti della Cultura con un omaggio ad Antonello, non è casuale, in quanto si tratta dell'artista messinese più conosciuto al mondo, al quale dedicheremo non una singola mostra, ma una serie di eventi, luoghi e siti riguardanti la sua figura. Abbiamo già predisposto una bozza del programma che integreremo nei prossimi giorni sulla base di ulteriori proposte e suggerimenti che perverranno al mio assessorato. Abbiamo scelto un tema specifico per le tre Notti della Cultura e l'appuntamento di sabato 15 inizierà alle ore 17 al Museo Regionale; alle 19 al Palacultura Antonello, cui seguiranno eventi in numerosi punti della città anche attraverso la collaborazione della Provincia Regionale di Messina". 


La “Notte di Antonello” del 15 febbraio, che celebra l’anniversario della morte del pittore che porta il nome di Messina nel mondo, si sviluppa in modo poliedrico e articolato attraverso una serie di eventi, concerti, letture, conferenze, allestimenti, manifestazioni che vogliono omaggiare la figura del sommo pittore e dei suoi luoghi di riferimento, con particolare riferimento all’antica via dei Monasteri, oggi via XIV Maggio, e al quartiere dei Sicofanti, sede della casa e della bottega di Antonello, in un “Itinerario Antonelliano” che ha come fulcro il Palazzo della Cultura dedicato all’artista.


Dalle 17 alle 19, alla Biblioteca Comunale "Cannizzaro" e Archivio Storico, al II piano del Palacultura, "Merenda a casa di Antonello" laboratorio creativo per i bambini dagli 8  ai 10 anni a cura dell’Associazione "Italia Nostra". L'evento prevede la rappresentazione scenica e la proiezione di immagini dell'artista messinese, accompagnate da un racconto recitato da Federica De Cola, articolato in quattro giornate in cui un giovane garzone di bottega guiderà i piccoli spettatori alla scoperta dei luoghi della cultura e delle opere di Antonello da Messina. Successivamente dopo una breve spiegazione i bambini verranno organizzati in piccoli gruppi e riceveranno gli strumenti necessari (colori, matite, gomme ecc..) per creare ritratti e scorci della città e parteciperanno a giochi di osservazione. Durante le attività sarà offerta una merenda con bibite torte e biscotti secondo le antiche ricette siciliane dell'epoca. Testi di Virginia Buda e Annalisa Raffa. Illustrazione di Peter Barca.

Dalle ore 20 al I piano del Palacultura, "Ricordando Antonello", mostra di monografie, testimonianze fotografiche e documentarie e esposizione della copia del Testamento di Antonello, mentre alle 21, si terrà un incontro-dibattito moderato da Sergio Di Giacomo con l'Arch. Nino Principato, "Il Codice Antonello tra simbolismo e esoterismo"; Giuseppe Ruggeri, "Antonello e l'identità messinese"; Carmelo Celona, "Antonello, sintesi del Rinascimento e della cultura contemporanea.

Alle 21,30 al Monte di Pietà, letture antonelliane di Ivana Zimbaro con intermezzi musicali del duo Pitali-Tusa e, alle 22 una videoproiezione su Antonello ed esposizione di due riproduzioni antonelliane. A seguire, il recital teatrale "Il sorriso dell'ignoto marinaio" di Vincenzo Consolo a cura di Giovanni Boncoddo. Direzione artistica Angelo Savasta.

Dalle 21,30 alla Galleria d’arte Moderna della Provincia, a Palazzo dei Leoni concerti di musica classica di vari gruppi, solisti e musicisti curati dal Conservatorio “A.Corelli”, mentre nei diversi saloni, corridoi, e spazi verranno allestite mostre documentarie a cura della Biblioteca “G.Pascoli” con esposizione di libri su Antonello, stampe d’epoca, collezioni di libri d’arte. I Giardini di piazza Crisafulli, dove si trova la statua di Papa Giovanni Paolo I e di S. Eustochia, saranno curati dagli studenti del  Liceo “La Farina”.

Alla Biblioteca Regionale, alle 22  un incontro moderato dal direttore Sergio Todesco e conferenza storica in collaborazione con la Comunità Ellenica dello Stretto con la relazione di Carmelo Micalizzi sulle origini storiche e toponomastiche del quartiere Sicofanti. Lettura antonelliana: voce recitante Antonio Lo Presti.

Sempre alle 22, in Piazza Municipio, Largo Minutoli, ci sarà l'inaugurazione spazio verde e letture antonelliane a cura degli studenti dell'Istituto Minutoli.

Alle 22,30 alla Chiesa delle Barette, letture antonelliane di Giovanni Di Giacomo, e intermezzi musicali a cui farà seguito un Concerto di musica polifonica diretto dal M° Giacomo Arena, della Corale S. Maria delle Grazie.

Dalle 18 alle 24, al Gabinetto di Lettura ci sarà una esposizione bibliografica e fotografica su Antonello da Messina e alla storia dell’arte.


Dalle 19 alle 0,30 alla Chiesa S. Maria dello Spirito Santo si svolgerà "Nei luoghi di S. Annibale - Tesori e Antichità", con visite guidate alle stanze e al museo di S. Annibale ma anche al suggestivo chiostro medievale, dove si trovano lo splendido dipinto della "Madonna del latte o dei Miracoli", di Scuola Antonelliana, che secondo la storica Teresa Pugliatti è riferibile a Giovannello da Itala, e il dipinto della "Madonna delle Vittorie". Dalle 21 alle 22,30 al Teatro Annibale di Francia avrà luogo la proiezione di un video sulla vita di Antonello da Messina e, nel foyer si potrà ammirare la Mostra di origami "La crocifissione di Antonello".


Dalle 20,30 alle ore 1, apertura del Santuario S. Maria del Carmine e visita guidata al Campanile; alle 21,30 Conferenza Concerto "Antonello e i paesaggi dello Stretto", a cura delle associazioni "Historiae et Memoriae" e "Luca Marenzio", che si soffermerà su un itinerario storico-artistico volto alla riscoperta in città dell’artista e della sua scuola insieme ad un reading con riflessioni su Antonello. Intervengono il dott. Giuseppe Finocchio e la dott.ssa Daniela Vinci. Intermezzi musicali: Duo flauto e chitarra, Alida De Marco e Giuseppe Mangano; Duo soprano e pianoforte, Claudia Pirrera e Anna Maria Rotondo; Concerto del Coro Polifonico "Luca Marenzio" diretto dal M° Carmine Lisanti.

Dalle 21 alle 23, nella Chiesa Valdese si terranno concerti corali e organo di Roberto Timpanelli e iniziative culturali.

In occasione della Notte della Cultura, il 15 febbraio 2014, l’Associazione Culturale "La Gilda dei Narratori" e il giornalista Francesco Musolino annunciano l'evento #AmoLeggere, un reading aperto a tutti i lettori presso la Libreria Mondadori di Messina. Gli scrittori messinesi Alessia Gazzola, Kai Zen G, Luigi La Rosa, Graziano Delorda leggeranno un brano dedicato all’amore per i libri e la lettura (e sono già annunciate delle preziose anticipazioni di futuri libri in uscita...). A seguire, microfoni aperti per i lettori. Senza alcuna scaletta e con grande entusiasmo, lo spazio è aperto a tutti per condividere una lettura, un autore amato, il libro del cuore... Si comincia alle 21.30 e si andrà avanti...finché avrete voglia di stare insieme e dire: #AmoLeggere. L’iniziativa è in collaborazione con Officina Masterpiece,  il blog del Corriere della Sera, diario di scrittura e vivace agorà di dibattiti legati al mondo della lettura e dell’editoria, collegato alla trasmissione Masterpiece, in onda su Rai3.

Il Feltrinelli Point Messina resterà aperto per tutta la durata della “Notte della Cultura” con una intensa teoria di appuntamenti: si comincia alle ore 17.30 con “Messina al tempo di Antonello“, conversazione con Carmela M. Rugolo, già docente di Storia medievale all’Università di Messina. Si prosegue alle ore 18 con “Processi psicologici della trasfigurazione artistica e narrativa. Antonello da Messina tessitore di emozioni“: la psicologa Maria Gabriella Scuderi incontra Ignazio Pandolfo e Antonio Pugliese. Alle ore 19.30 ecco “Dalla bottega ai media, Antonello da Messina e gli altri“, il “viaggio attraverso le immagini e i luoghi d’arte in tv e sul web” commentato da Marco Bonardelli (“L’arte in tv dalle trasmissioni pure alla contaminazione dei generi”) e Luigi Giacobbe (“Nella bottega di Antonello”). Quindi, alle ore 20.30 Francesco Natoli del Dams Messina che legge “Gesù e la luna“, introduzione a cura di Dario Tomasello. Dalle ore 21.30 al Feltrinelli Bistrot la degustazione del “menù verde“, proiezione di immagini e diffusione di musica in libreria. Info e contatti: cogliani.itam@gmail.com – tel. 329 8346593.

Dalle 19 alle 20,30 presso la Libreria Doralice, avrà luogo un reading di brani dedicati all'arte e alla letteratura emergente messinese. Partendo dalla lettura di alcune pagine dell'opera di Vincenzo Consolo "Il sorriso dell'ignoto marinaio", verrà dato spazio a tutti coloro che hanno partecipato alle tre edizioni passate del "Premio Letterario di Narrativa e Poesia" Terremoti di Carta. Letture su Messina e sulla Sicilia con la voce di scrittore noti ed emergenti in un omaggio ad Antonello e alla sua città.


"Dal ritratto di Antonello al ritratto fotografico", partendo dall'idea dei dipinti di Antonello verrà allestito, dalle 19 alle 22,30, nella sede di Magika Edizioni, un particolare set fotografico dove gli ospiti che interverranno potranno essere protagonisti degli scatti di Alessandro Mancuso, un fotografo specializzato nella documentazione fotografica di opere d'arte, che interpreterà in chiave contemporanea ritratti di tipo "antonellesco", che verranno poi donati agli ospiti.

"Strumenti Ottici Nell'Arte del XV Secolo - The Secret Knowledge" è l'evento organizzato dall'Ottica Lunettes di Corso Cavour, dove si potranno visionare strumenti dell'epoca dalle ore 19. In occasione dell'evento, l'Ottica Lunettes applica lo sconto del 50% su tutti gli occhiali da sole. Inoltre, con l'acquisto di una montatura da vista, in omaggio le lenti per basse ametriopie.

Il Centro Studi "La Fenice" ha organizzato l'evento "Notte al Museo", con inizio alle ore 22. Cento anni di storia dal '900 ad oggi tra "cimeli di famiglia" e collezioni: dal grammofono al lettore cd; dalla calcolatrice al computer; dalla macchina da scrivere al tablet; gli abiti per la "rassegna"; cimeli di guerra e tanto altro.


Presso lo Studio d'Arte "Kalos", verrà inaugurata alle ore 18 la collettiva, dal 15 al 28 febbraio, "La Notte della Scultura" dove saranno esibite opere di alcuni artisti: Salvatore Enzo Florio; Nino Abbate, Maria Rando, Sara Teresano e Michele D'Avenia. Sculture di Bruneo, Brancato e Di Prima.

Anche l’Università di Messina parteciperà agli eventi legati alla Notte della Cultura. Domani sera, dalle 18 alle 20, nell’Aula Cannizzaro dell’Ateneo i corsisti del master in “Management dei beni culturali” presenteranno  un video da loro realizzato su Antonello da Messina e sulla Messina del ’400, intitolato “A spasso con Antonello”. Si tratta di una vista virtuale guidata da una figura animata che impersona il grande artista che ha fatto conoscere nel mondo la nostra città e conduce, con immagini e spiegazioni sui contenuti storico-artistici, nei luoghi più rappresentativi di Messina.

La “Notte di Antonello” di Messina verrà anticipata dalla manifestazione del Dies natalis promossa dall’associazione Antonello da Messina di Roma il 14 febbraio alle ore 10 alla chiesa di S.Maria Odigitria di via del Tritone, che prevede la presentazione del “Quaderno Antonelliano” dedicato alle Mostre Antonelliane, la conferenza storica di Gioacchino Barbera sugli studi ottocenteschi su Antonello, un recital del duo D’Avenia-Coen con letture antonelliane  e la premiazione di giovani talenti e ricercatori Tiziana Santoro e Donatella Bucca.

L'assessore Panarello ha precisato che "sarà stilata a breve una lista di operatori del settore della ristorazione che, in occasione della Notte dedicata ad Antonello da Messina, aderiranno all'iniziativa che prevede la preparazione di pasti tipici risalenti al periodo XIV-XVIII secolo, attingendo ai ricettari d'epoca tardo medievale e primo rinascimentale. I menù proposti, tenendo conto della centralità dei colori nella cucina di quell'epoca, sono il verde, rosso, viola e azzurro, in base alle pietanze scelte".

Riguardo alla viabilità, l'assessore Cacciola ha detto: "Stiamo verificando col coinvolgimento dell'ATM la disponibilità di bus navetta per il trasporto in città di coloro che giungeranno dalla vicina Calabria al fine di assistere alle varie iniziative. In quest'ottica è in via di ultimazione un accordo per una sostanziale riduzione del costo del traghettamento. All'interno dell'Area pedonale Cairoli è previsto un evento con artisti di strada".

L’area pedonale di via dei Mille ha già predisposto nelle vetrine una serie di riproduzioni dei capolavori antonelliani a cura di Millevetrine come omaggio al grande artista. Previsti anche l’estemporanea artistica dedicata a Antonello al Forte S. Salvatore, i Menù di Antonello in diversi ristoranti cittadini e l’apertura di Villa Cinaciafara a Zafferia con l’esposizione della tavola di Antonio De Saliba la Madonna della Catena a cura di G. Musolino.




1 commento:

  1. Un EVENTO di altissimo livello onora la Città natale di Antonello : Messina . La nostra amata Terra non di confine né di transito ma da sempre ricchissima sede di incontri,negozi giuridici,alta Cultura, notevoli accordi e mediazioni socio politico economici...,onora il suo generoso Figlio. Ma non si può nei messinesi , cancellare la Fede : espressione dolcissima e di riflesso dell' Anima di un Popolo da sempre devoto all'Immagine Sacra. Tantissime chiese in stile diverso hanno segnato nel tempo le orme degli 'stranieri' in Patria nostra. Conserviamo ,per quanto la natura e la mano nera delle bestialità degli scoppi..., tanti reperti storici che ancora vanno riletti con Amore e piena Misticità. Le diverse tappe scandite nel suddetto programma sono la chiara presentazione e rappresentazione in sintesi del pensiero e del Meraviglioso atto d' Amore e di Fede del Grande Antonello. Seguiremo passo passo e arricchiremo la nostra cultura attraverso le visite ,le videoconferenze,le letture, le visioni di Opere pittoriche conosciute in tutto il mondo. Grazie concittadini per tale ouverture e scelta opportuna pur sofficemente musical...! Roberto da Messina -

    RispondiElimina