NOTO: MUORE UNA BIMBA DI 7 ANNI TRAVOLTA DAL TORRENTE IN PIENA - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

NOTO: MUORE UNA BIMBA DI 7 ANNI TRAVOLTA DAL TORRENTE IN PIENA

NOTO: MUORE UNA BIMBA DI 7 ANNI TRAVOLTA DAL TORRENTE IN PIENA

Share This

Due donne e una bimba di 7 anni hanno perso la vita dopo che l'auto sulla quale si trovavano è stata travolta dalle acque di un torrente in piena per via delle abbondanti piogge. La tragedia è avvenuta alle 4 di oggi, 2 febbraio, in Contrada Romanello, nel territorio di Noto, a Siracusa. Sull'auto, una Y10, viaggiavano 7 persone, che farebbero parte di un unico nucleo familiare e che tornavano da una cena. Illese le altre quattro persone, due uomini e due donne tra cui la madre della bimba annegata, che sono riuscite ad uscire dalla vettura e a dare l'allarme. Mentre le due donne e la bimba sono rimaste imprigionate nell'auto che ha continuato la sua corsa in balia della corrente.

Secondo le prime ricostruzioni della polizia, la Y10 era sul ponte che permette l'attraversamento del fiume Asinara quando è stata travolta. L’allerta meteo rimane alta sulla Sicilia dove la perturbazione continuerà ad inviare impulsi instabili per tutta la giornata odierna, soprattutto sui settori centro-occidentali dell’Isola e sul messinese, dispensando quantitativi di pioggia anche superiori ai 60-70 mm. Invitiamo a mettersi in viaggio solo se strettamente necessario. 

E' stato arrestato dalla polizia il conducente della Y10 finita nel fiume Asinara in cui sono morte due donne e una bambina di sette anni. La Procura di Siracusa gli contesta una grave negligenza nella guida dell'auto, configurabile con il reato di omicidio colposo plurimo. L'arrestato è Antonino Restuccia, 32 anni, infermiere professionale che lavora a Milano, cugino della bambina di sette anni morta nell'incidente. L'uomo, su disposizione della Procura di Siracusa, è stato condotto nella casa circondariale di Cavadonna. Il provvedimento è stato eseguito dalla squadra mobile della Questura di Siracusa in collaborazione con i commissariati di Avola e Noto.





Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad