L'ADASC DENUNCIA: L'INQUINAMENTO A MILAZZO STA UCCIDENDO I NOSTRI GIOVANI - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

L'ADASC DENUNCIA: L'INQUINAMENTO A MILAZZO STA UCCIDENDO I NOSTRI GIOVANI

L'ADASC DENUNCIA: L'INQUINAMENTO A MILAZZO STA UCCIDENDO I NOSTRI GIOVANI

Share This

In un comunicato stampa dell' ADASC - Associazione per la Difesa dell’Ambiente e della Salute dei Cittadini si legge che "è ancora emergenza per gli odori molesti a Milazzo". Una ondata di gas, proveniente verosimilmente dalla vicina area industriale, ha ammorbato ieri mattina, la sede distaccata dell'Istituto Statale d'Arte "Renato Guttuso" di Milazzo, in provincia di Messina. Alcuni docenti e alunni si sono sentiti male ed hanno avvertito bruciore alla gola, al naso e nausea. Una studentessa di 16 anni ha accusato problemi sanitari ed è stata costretta a ricorrere alle cure mediche presso l’Ospedale Fogliani di Milazzo. 

"Tutto questo è inaccettabile. - afferma il dott. Peppe Maimone, Presidente dell'ADASC  e del Coordinamento Ambientale Milazzo e Valle Del Mela - A Milazzo e nella Valle del Mela viene violato il diritto di vivere in un ambiente pulito; viene violato un diritto previsto dalla normativa vigente nazionale ed europea".

"Auspichiamo una presa di posizione concreta da parte della Dirigente dell’Istituto Scolastico. Immediatamente convocato il direttivo Associativo, l’Associazione ha dato mandato ad un legale per presentare un esposto-denuncia da presentare all’Autorità Giudiziaria. Siamo stufi del silenzio assordante di alcune istituzioni - dichiara Maimone - più volte interpellate per mettere in campo tutte quelle azioni a tutela della privata e pubblica incolumità. Abbiamo prontamente informato dell’accaduto l’Arpa Sicilia, Dap di Messina e nelle prossime ore invieremo una nota all’attenzione della Commissione Europea Ambiente, della Presidenza della Repubblica, del Governo Nazionale e Regionale. Solo la magistratura - conclude Maimone - può aiutare la popolazione residente perché una politica miope, lontana dai problemi principali della popolazione continua imperterrita a sminuire il reale problema: continui attentati alla salute pubblica".

La Dirigente scolastica, Delfina Guidaldi, ha già comunicato l'episodio al sindaco Carmelo Pino, nella qualità di massimo esponente sanitario della città. Era da tempo che all'interno dell'Istituto, adiacente ad impianti industriali, non si registravano episodi del genere. Negli anni scorsi, quando le ondate di gas erano frequenti, i ragazzi e la stessa preside Guidaldi scesero in piazza per protestare con striscioni e mascherine. Fino a questo momento non è stato identificata la causa esatta del fenomeno e gli eventuali responsabili.




A.D.P. 



Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad