ore

Breaking

Post Top Ad

sabato 22 febbraio 2014

BONINO: "IN POLITICA MANCA L'EDUCAZIONE CHE ABBIAMO NOI RADICALI"


Dopo la sua inaspettata esclusione da ministro agli Affari Esteri nel nuovo Governo di Matteo Renzi, la radicale Emma Bonino si era trincerata dietro un laconico "no comment" alle richieste di commentare la sua uscita dalla Farnesina e aveva invitato tutti al suo comizio di oggi, sabato 22 febbraio alle 17,30, che ha tenuto a Piazza Argentina in Roma per ringraziare "tutti quelli che mi hanno aiutato". 

"Non ho sassolini, non ho scoop da rivelare, chi si aspetta questo rimarrà deluso, ma da radicale ho dei macigni, come dire, che dovremo tutti insieme rimuovere, non per me, ma per il Paese - ha esordito l'ex titolare della Farnesina al suo comizio - Mia madre diceva sempre che la cosa più importante è l'educazione...! La buona educazione è rivoluzionaria. Credo che dovremmo riconquistare tutti il senso delle istituzioni, delle regole, dello stato di diritto", elogiando la "casa radicale", dove queste norme si rispettano, "Trovo che siamo gente d'altri tempi, speriamo nei tempi futuri". 

"Quando ieri Renzi mi ha chiamato dicendo che la politica estera doveva avere tratti di discontinuità, ne ho preso atto. Non l'ho saputo dalla tv, come qualche ricostruzione giornalistica ha detto, anche se potevo saperlo prima. Ma non importa", ha detto la Bonino con una punta di amarezza. Ai sostenitori in piazza ha chiesto di "iscriversi al partito radicale, di non delegare", perché "uno può anche essere King-Kong, ma non può da solo, o in troppo pochi, assumere i valori della ricostituzione della convivenza civile", ha aggiunto con un chiaro riferimento al neo-premier. "Grazie del calore, ci sono momenti in cui se ne ha bisogno. Non sono un robot, sono una persona. Ci patirei di meno se andando via di qua portiate con voi il senso delle mie ragioni. Ma ora voglio stare un pò da sola", ha poi detto la Bonino tra gli applausi dei presenti. 

La Bonino riferisce anche di avere incontrato oggi per il passaggio delle consegne alla Farnesina, il nuovo ministro degli Esteri, Federica Mogherini: "Le ho detto che può contare sul mio aiuto e sulla professionalità e della dedizione dell'intera Farnesina e sui Radicali per i valori che ci contraddistinguono". 



A.D.P.



Nessun commento:

Posta un commento