Breaking News

STANCHERIS: MALGESTITO IL TEATRO VITTORIO EMANUELE DI MESSINA


L’assessore regionale alla Cultura e allo Spettacolo, Michela Stancheris, è giunta oggi, martedì 21 gennaio, a Messina, accompagnata dagli onorevoli Marcello Greco e Beppe Picciolo dei Dr, per prendere parte alla seduta congiunta dell'ottava commissione consiliare (cultura, sport, spettacolo, politiche giovanili e turismo), presieduta dal consigliere comunale, Piero Adamo, e della quinta commissione legislativa dell'Assemblea Regionale Siciliana, presidente il deputato regionale, Marcello Greco, sui temi relativi alle problematiche del Teatro Vittorio Emanuele ed alla possibile erogazione di un contributo straordinario per le attività culturali della città di Messina.

Nell'Aula consiliare di Palazzo Zanca, oltre a lavoratori e sindacati, in attesa di risposte sul futuro occupazionale e artistico, erano presenti il sindaco, Renato Accorinti; l'assessore alla cultura, Tonino Perna; ed il presidente dell'Ente Teatro di Messina, Maurizio Puglisi, che ha presentato il mini-cartellone di primavera che comprende musica e prosa anche alla Sala Laudamo attigua al Teatro.

L’esponente della Giunta Crocetta ha ribadito il suo impegno a favore del riavvio della programmazione, ma ha anche precisato che la Regione Sicilia non ha attuato alcun taglio ai finanziamenti e che, anche quest'anno, il Comune di Messina riceverà la stessa cifra dello scorso anno: 5 milioni e 100 mila Euro. Poi dice: "In Finanziaria, in questo periodo di spending review, volevamo una riduzione del Cda da sette a tre componenti, ma così non è stato, quindi, adesso ci vogliono i tempi tecnici per le nomine che dovranno passare per la commissione affari istituzionali dell’Ars. E' fondamentale che vi siano alcuni passaggi in modo che si possa lavorare sulla pianta organica, sui rendiconti, sulla direzione artistica e sulla nomina del soprintendente, che rilanci l'Ente attraverso un programma e la presenza di artisti qualificati. Nel frattempo ho nominato un commissario. La stagione potrà partire presto e per i debiti il teatro potrà attingere al fondo per la ristrutturazione previsto dalla Regione. Nel mio percorso da assessore regionale, iniziato da nove mesi, - ha detto la Stancheris - ho previsto due fondi, uno regionale per lo spettacolo e l'altro di rotazione per sanare i debiti".  L'assessore regionale, infatti, ha confermato l'impegno per i 250 mila euro necessari a ultimare la stagione. Tuttavia, ribadisce che: "I problemi dell’ente non sono di natura economica ma di governance, ovvero di una cattiva gestione del Teatro Vittorio Emanuele".

Riguardo alla stabilizzazione degli orchestrali del Teatro Vittorio Emanule, la Stancheris ha detto che non è possibile procedere a nuove assunzioni per mancanza di risorse ma che, attraverso una buona programmazione di spettacoli, è possibile rilanciare il teatro: "In questo momento non possiamo assumere gli orchestrali stabilmente come ci viene chiesto, ma cercheremo di farli lavorare il più possibile”.

Il presidente della Commissione Cultura dell'Ars, Marcello Greco, ha commentato positivamente gli impegni presi dalla Regione Sicilia e chiesto che venga nominato subito il Consiglio d'Amministrazione dell'Ente Teatro, insieme ai direttori artistici e al soprintendente.

Il sindaco Renato Accorinti "nel ringraziare l'assessore Stancheris per la sua presenza" ha aggiunto: "Avverto voglia di rinascita e di tracciare la strada del cambiamento. A volte non si percepisce il valore della cultura, che invece è assoluto per la crescita di qualsiasi comunità. Il teatro è il luogo simbolo del cambio culturale. Oggi è un momento storico, ripartiamo senza guardare al passato; non si deve parlare solo di finanziamenti, ma anche di un percorso di assoluta autonomia secondo i corretti principi di programmazione".



A.D.P.


Nessun commento