ore

Breaking

Post Top Ad

giovedì 16 gennaio 2014

L'ACCENSIONE DELLA FOCARA DI NOVOLI


Da stasera, 16 gennaio, dopo il rito antichissimo mattutino della coreografica bardatura, connotata da una catena umana che porta sulla cima del falò l’immagine di Sant’Antonio Abate, e l’attesa celebrazione della pomeridiana Benedizione degli animali, la “Fòcara” tornerà a bruciare a devozione del santo patrono e protettore di Novoli. Una tradizione secolare che si rinnova ogni anno con il rito beneaugurante, apotropaico, dell'incendio della Fòcara, le cui origini si perdono nella notte dei tempi e che dall'anno mille è legata alla religiosità popolare e alle celebrazioni liturgiche del santo protettore, Sant'Antonio Abate. E che vede una lunga preparazione: dall’8 dicembre, a Novoli, inizia la costruzione del grandissimo falò che si chiude con la sua accensione la sera del 16 gennaio, vigilia della festa del Patrono. La Fòcara è alta 25 metri per un diametro di 20 metri e viene costruita con circa 80 mila fascine di tralci di vite secchi provenienti dai feudi del Parco del Negroamaro sapientemente legate e posate con tecniche tramandate gelosamente di padre in figlio.

La parola fòcara è un termine dialettale salentino, e di altri dialetti meridionali, e sta a indicare appunto un falò di legna da bruciare. Oggi il termine è usato per indicare un rito che accomuna quasi tutti i comuni del Salento dove vengono eretti cumuli di fascine agli incroci delle strade, ma il più importante è quello di Novoli che è anche una delle manifestazioni più suggestive del bacino del Mediterrano. Il falò di quest'anno è un falò d'artista perchè a decidere la forma conica alla legna che brucerà al calare del sole è stato l'artista giapponese Hidetoshi Nagasawa, che ha guidato le maestranze locali. Ospite dell'edizione 2014, tra agli altri, anche Emir Kusturica, tra i protagonisti del docufilm 'A fuoco' che Gianni De Blasi sta girando sull'evento e prodotto con il sostegno di Apulia Film Commission. 

Dal 16 al 18 gennaio ritorna il “Fòcara Festival”, l’evento musicale dell’inverno pugliese all’insegna della contaminazione ed al cospetto della Fòcara di Sant’Antonio Abate a Novoli, il falò più grande del Mediterraneo. Tanti i concerti in programma: Giovedì 16 gennaio: sul palco Alpha Blondy, Omar Souleyman, Tinariwen. Venerdì 17: Bombino, Muchachito Bombo Infierno, Bandadriatica. Sabato 16: Motel Connection, BoomDaBash, Dubioza kolektiv.

"Sarà un film documentario in cui traspariranno l'aspetto del sacro misto al paganesimo insito nel rito della Focara. - anticipa Gianni De Blasi - Le voci narranti di Emir Kusturica e di Hidetoshi Nagasawa descriveranno il loro personale punto di vista sull'evento. Ad accompagnare le voci degli artisti e le scene del quotidiano fervore del paese, le musiche dal vivo dei musicisti che si alterneranno sul palco del Focàra festival. Una colonna sonora partecipata dai suoni di chi il festival lo ha abitato in quanto pubblico. In quel momento prima che finisca la musica e si spenga il fuoco noi avremmo messo tutto 'a fuoco' per restituirvelo". Per l'occasione in paese sarà allestita anche la mostra fotografica con gli scatti sull'evento firmati, un anno fa, da Letizia Battaglia e Peppe Avallone. 

E “I Giorni del Fuoco” profumano anche di enogastronomia: si potranno degustare prodotti tipici locali del Salone di enogastronomia “Cupagri” con il laboratorio “Penne al dente” che vede ai fornelli giornalisti, assistiti da qualificati chef salentini, misurarsi con creative ricette inedite preparate con i prodotti a km 0 della Valle della Cupa.

Anche l’edizione 2014 vedrà insieme Novoli e Oria che coniugano la preziosa storia delle importanti tradizioni locali: il Torneo dei Rioni e la Fòcara, per contribuire a promuovere la cultura immateriale di Puglia in ambito nazionale ed internazionale. La delegazione della Città di Oria parteciperà all’accensione della Fòcara con i costumi del Corteo Storico caratterizzato dalla presenza del gruppo di sbandieratori ed i Gonfaloni dei 4 Rioni, Lama, Castello, San Basilio e Judea di Oria.

La Fòcara è promossa dalla Regione Puglia, Provincia di Lecce e Comune di Novoli in collaborazione con numerosi partner pubblico-privati ed è stata inserita tra i beni della cultura immateriale della Regione Puglia e partecipa alla catalogazione Ministeriale per il riconoscimento dell’Unesco quale Patrimonio Intangibile dell’Umanità, da valorizzare e tutelare.

La Fondazione Fòcara di Novoli ha lo scopo di conservare e tramandare nei valori e nei significati fondanti lo spirito della festa. La festa del fuoco è diventata ormai da anni luogo di incontro tra culture e religioni diverse che si riuniscono idealmente intorno al “fuoco buono di Puglia, messaggero di pace nel mondo”, simbolo universale di pace e di solidarietà nell’area mediterranea.


Info e contatti: 0832712695/335820233 - 




A.D.P.


Nessun commento:

Posta un commento