HOLLANDE DIFENDE LA SUA PRIVACY - MAGAZINE PAUSA CAFFE'

MAGAZINE PAUSA CAFFE'

Blog di Informazione e Cultura

HOLLANDE DIFENDE LA SUA PRIVACY

HOLLANDE DIFENDE LA SUA PRIVACY

Share This

Prima della conferenza stampa di oggi pomeriggio, alcune indiscrezioni riportavano che il Presidente della Repubblica Francese, Francois Hollande avrebbe voluto annunciare pubblicamente la sua separazione da Valerie Trierweiler ma starebbe aspettando che la première dame venga prima dimessa dall'ospedale parigino nel quale è ricoverata da quando è esploso l'affaire Gayet. La compagna di Hollande, infatti, si trova in ospedale per un malore dopo aver visto le foto del presidente che va dall'amante, l'attrice 41enne Julie Gayet, pubblicate sulla rivista Closer. Secondo fonti dell'Eliseo citate da Le Parisien, Hollande sarebbe pronto a "chiarire" la sua relazione con la Trierweiler , ma teme di "apparire debole". Al presidente, spiegano le fonti, "è stato consigliato di annunciare la rottura, ma la degenza in ospedale di Valerie Trierweiler lo ha convinto ad aspettare".

Ma, durante la conferenza, Hollande decide di non rispondere ai giornalisti, invocando il diritto alla privacy e "che non è né il momento né il posto giusto" per parlare di argomenti così intimi. Inoltre, chiede di rispettare il momento doloroso che sta vivendo con Valerie e dice: "Ciascuno nella sua vita personale e privata può affrontare delle prove, è questo che stiamo vivendo, momenti dolorosi, ma credo nel principio che gli affari personali debbano essere affrontati in privato, in una intimità che sia rispettosa di ciascuno". Ammette però che "c'è una pratica che nel tempo è cambiata ed è una consuetudine, ciò che per me è essenziale è la trasparenza". Infine, Hollande afferma che "non c'è uno status di première dame, non c'è mai stato" e spiega che se dovesse rispondere a domande su questo tema lo farà prima della visita ufficiale a Washington in programma l'11 febbraio.

Hollande dichiara anche che, malgrado "questa violazione tocchi una libertà fondamentale: il rispetto della vita privata e della dignità delle persone" e la sua "indignazione sia totale", non intende "perseguire la pubblicazione" della rivista Closer dove appare il servizio fotografico sul suo conto. 

Quindi, rassicura ironicamente dicendo: "La mia sicurezza non è stata mai a rischio, sia nei miei viaggi ufficiali a Parigi, in Francia e nel mondo, sia nei viaggi privati. Nessuno deve temere per questo". Riferendosi alle accuse sul fatto che, dalle foto, si veda Hollande in scooter con un solo agente di scorta. Ma il vero amour si sa, fa correre anche grandi rischi!



Antonella Di Pietro




Nessun commento:

Posta un commento

Post Bottom Ad