ore

Breaking

Post Top Ad

lunedì 20 gennaio 2014

DALLA CAMPANIA ALLE ISOLE EOLIE LA TERRA TREMA ANCORA


Un terremoto di magnitudo 4.2 è avvenuto alle ore 08:12:40 italiane del giorno 20/Gen/2014 nel distretto sismico: Monti del Matese (Campania - Caserta - Benevento). Subito dopo altre repliche: magnitudo 2.6 alle ore 08:21:16 italiane; magnitudo 3.7 alle ore 08:55:57; magnitudo 2.1 alle ore 10:00:32 italiane e alle ore e alle ore 10:27:28 italiane; magnitudo 2.5 alle ore 11:11:59 italiane. Epicentro, come lo scorso 29 dicembre, Piedimonte Matese dove sono state chiuse scuole e uffici pubblici. 

"Le due scosse più forti sono state inferiori di almeno venti volte alla spallata del 29 dicembre" - afferma il prof. Pino De Natale, direttore dell'Osservatorio Vesuviano, il quale fa sapere che il terremoto di lunedì mattina non ha riguardato assolutamente l'attività del Vesuvio e dei Campi Flegrei. Dal Matese, comunque, sostiene il direttore, arriveranno probabilmente altre scosse. 

Paura tra la popolazione, ma per ora non si registrano danni a persone o cose. L'assessore regionale alla Protezione civile, Edoardo Cosenza, si sta mantenendo in contatto con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, con il prefetto di Caserta e i sindaci dell'area interessata. 


I terremoti sono stati localizzati dalla Rete Sismica Nazionale dell'Ingv che nella giornata odierna, lunedì 20 gennaio, ha registrato anche un terremoto di magnitudo 2.2 avvenuto alle ore 08:49:21 italiane nel distretto sismico: Monti Reatini (Lazio - Rieti); un terremoto di magnitudo 2.3 avvenuto alle ore 15:01:24 italiane nel distretto sismico: Isole Lipari (Evento in mare); e un terremoto di magnitudo 3.2 è avvenuto alle ore 23:45:13 italiane nel distretto sismico: Stretto di Messina con ipocentro a 55,9 km di profondità ed epicentro oltre 10 km dalla costa.





Nessun commento:

Posta un commento