ore

Breaking

Post Top Ad

giovedì 16 gennaio 2014

CAMPAGNA RIMBORSO RCA MESSINA


Il Comitato di Messina dell’Unione Nazionale Consumatori, comunica che è in corso la campagna per ottenere il rimborso dell’aumento del 3,5% dell’imposta sulla Rca degli autoveicoli e automezzi ad esclusione dei ciclomotori. Infatti, dapprima con il Decreto Legislativo sul Federalismo fiscale (D.Lgs n. 68 del 6 maggio 2011) veniva stabilito che, a partire dall’anno 2012, l’imposta sulle assicurazioni RCA (all’epoca pari al 12,5 %) sarebbe diventata un tributo di competenza delle province. E detto decreto conferiva alle province la facoltà di variare l’aliquota dell’imposta gravante sui premi RC auto (esclusi i ciclomotori), permettendone un aumento o una diminuzione pari al 3,5%.

La Provincia di Messina (ed anche le altre Province Siciliane ad eccezione di Siracusa) aumentava detta imposta con effetto dal 01.03.2012 nella misura massima portandola al 16%. Detta normativa limitatamente alle Province Siciliane veniva dichiarata incostituzionale in quanto lesiva delle attribuzioni della Regione Siciliana (sentenza 97/2013 del 23.05.2013). In forza della sentenza di cui sopra, l’aliquota applicabile nella provincia di Messina risulta essere quindi sempre pari al 12,5%.

Pertanto tutti coloro che hanno pagato premi assicurativi Rca (ad eccezione dei soli ciclomotori) hanno diritto al rimborso della differenza di aliquota applicata illegittimamente a far data dall’1.3.2012 sino al 30.05.2013. Il Comitato Comunale di Messina dell’Unione Nazionale Consumatori ha già predisposto per tutti i propri soci (e nuovi iscritti) la modulistica relativa al rimborso.

Il Presidente del Comitato di Messina, Avv. Mario Intilisano, intende chiarire onde fugare i dubbi avanzati da diversi consumatori, che per ogni polizza pagata (anche il solo premio semestrale) nel periodo dal 01.03.2012 sino al 30.05.2013 l’importo del rimborso da ottenere è variabile fra € 20,00 ed € 50,00. Coloro i cui premi annuali o semestrali scadevano nel periodo compreso da Marzo a Maggio hanno diritto ad un rimborso maggiore.

Stante il non elevato importo del rimborso, al fine di evitare gli elevati costi da affrontare per le raccomandate, le file all’ufficio postale, un eventuale legale, ecc. (che potrebbero essere pari od anche superiori all’importo del rimborso da ottenere) l’Unione Nazionale Consumatori ha attivato una iscrizione promozionale all’associazione dei consumatori al costo ridotto di € 10,00 che dà diritto alla gestione integrale e gratuita della procedura di rimborso. Considerati i vertiginosi costi delle tariffe assicurative ed i continui aumenti che gravano pesantemente sui bilanci delle famiglie, questa azione rappresenta un’importante opportunità volta al riconoscimento del rimborso di somme effettivamente non dovute da parte dei consumatori.

Tutti coloro che volessero far valere i propri diritti, richiedendo la restituzione di quanto versato ingiustamente contestualmente al pagamento del premio di polizza, possono recarsi presso gli Uffici dell’Unione siti in Messina in Via San Filippo Bianchi n. 48 (fax 090-8967877 -  tel 090/6416016 - mail: rimborsorca@www.consumatori.messina.it o info@www.consumatori.messina.it) tutte le mattine dalle ore 09,00 alle ore 11,00, muniti di copia del documento d’identità e della fotocopia della ricevuta di pagamento delle polizze (anche ratei semestrali) pagate  nel periodo compreso tra l’1.3.2012 ed il 31.08.2013.




Nessun commento:

Posta un commento