ore

Breaking

Post Top Ad

mercoledì 11 dicembre 2013

IL LEADER DEI FORCONI SI DISSOCIA DALLA VIOLENZA E CHIEDE A BERLUSCONI DI ANDARE IN TV

"I veri Forconi si trovano in Sicilia dove la protesta in questo momento è pacifica". A parlare è il leader del movimento, Mariano Ferro: "Purtroppo la nostra sigla viene associata a gruppi di teppisti ed eversivi con i quali non c'entriamo nulla. Noi ci dissociamo a gran voce dalla violenza in atto in altre parti del Paese". 

"Condividiamo in pieno le parole del ministro Alfano - continua il leader dei Forconi - quando parla di ali estreme nel movimento e di violenti, facendo così una distinzione netta con chi invece sta in piazza e protesta in modo pacifico e con una piattaforma di rivendicazioni ben precisa".  

''Continua il complotto dell'informazione contro le nostre proteste: ci invitano in tv a parlare per due-tre minuti per chiederci di violenze e infiltrazioni criminali. Ma noi vogliamo parlare dei motivi dello sciopero, e se ciò non accadrà ci potranno essere problemi seri" - aggiunge Ferro - "Abbiamo accolto con piacere le parole di Berlusconi che vuol farsi mediatore delle nostre istanze, anche perché nessun altro leader politico ha aperto bocca, lui invece ha avuto la sensibilità di farlo - dice ancora il leader - A Berlusconi però chiediamo se davvero vuole darci una mano, ci dia spazio nelle sue televisioni. Ci consenta di esporre le nostre tesi in un talk show e non in uno-due minuti di interviste". 

Intanto, la procura di Torino ipotizza il reato di devastazione e saccheggio per gli episodi degli ultimi tre giorni in città. Il fascicolo è contro ignoti.



Nessun commento:

Posta un commento