ore

Breaking

Post Top Ad

martedì 5 novembre 2013

SCIAME SISMICO ALLE PENDICI DELL'ETNA

La localizzazione epicentrale riportata nella figura è quella rivista dagli operatori della Sala Sismica dell'INGV e comunicata al Dipartimento di Protezione Civile subito dopo l'evento. I dati relativi a ogni terremoto rilevato dalla rete INGV vengono rivisti successivamente da personale specializzato prima di essere inseriti nel Bollettino della sismicità italiana.

La Sicilia ha tremato alle prime luci dell’alba nei pressi del vulcano Etna. Una serie di scosse di terremoto è stata registrata questa mattina, 5 novembre, dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV, nel distretto sismico dell' Etna, ad una profondità di 18.5 km., con epicentro in prossimità dei comuni di Adrano, Belpasso, Biancavilla, Paternò, Santa Maria di Licodia e Ragalna, in provincia di Catania. La prima scossa, delle ore 6.06, è stata di magnitudo 3.1. Un minuto dopo è stata registrata un'altra scossa di magnitudo 2.6. Alle 6.10 una scossa più forte di magnitudo 3.4 e poi alle 6.16 una scossa di magnitudo 2.8. Alle 6.20 l'Ingv ha registrato un evento sismico di magnitudo 2.1 e a seguire altre tre scosse: alle 6.21 di magnitudo 2.7; alle 6.29 di magnitudo 2.9; alle 6.33 di magnitudo 2.5. Non si segnalano danni a persone o cose.


Nessun commento:

Posta un commento