ore

Breaking

Post Top Ad

mercoledì 13 novembre 2013

EVENTI NATALIZI - IL PRESEPE VIVENTE DI CURCURACI


Per consentire la manifestazione del “Presepe vivente” che, come ogni anno, si svolge a Curcuraci, Messina ed è organizzata dalla Parrocchia "Santa Maria dei Bianchi", saranno istituiti i divieti di sosta e di transito da domani giovedì 14 novembre e sino all'11 gennaio 2014, nella stradina che unisce le vie Bianchi e Salita Bianchi, a Curcuraci.

Il presepe vivente (o presepio vivente) è una tradizione cristiana consistente in una breve rappresentazione teatrale che ha lo scopo di rappresentare, con l'impiego di figuranti umani, la nascita di Gesù in una scenografia che viene costruita per ambientare la vicenda della natività.

Nello specifico, il Presepe vivente di Curcuraci è stato concepito come un momento particolarmente significativo per l’intera comunità che ha contribuito, ognuno a suo modo, alla realizzazione. Come ha più volte sottolineato il Parroco, il presepe vivente di Curcuraci è fatto interamente dalla parrocchia, con la parrocchia, per la parrocchia. Il primo obiettivo del presepe stesso è, pertanto, la parrocchia stessa e tramite la parrocchia si propone di essere momento di fede, aggregazione per quanti lo visiteranno.

Il Presepe vivente si snoda in uno scenario naturale particolarmente suggestivo, ed appositamente riqualificato negli ultimi anni dalla Comunità parrocchiale, per offrire alla cittadinanza, in un clima accogliente e suggestivo, un evento culturale e religioso quale la “Sacra rappresentazione della Natività”. Nei giorni della manifestazione si può anche visitare il Museo parrocchiale e la Mostra dei presepi.

Inoltre, la maggior parte dei materiali impiegati è frutto del riciclo di beni abbandonati per le strade. Il tutto armonizzato con tanti piccoli dettagli e la messa in scena di alcuni antichi mestieri favorisce un clima di accoglienza e cordiale ospitalità. Durante la visita è anche possibile gustare il pane caldo, la pasta fresca ed altre specialità locali.

Si può arrivare, in pochi minuti, a questo luogo, sia dalla storica salita di Faro Superiore, partendo dalla Litoranea o dalla Panoramica. Oppure con il collegamento più veloce di Contrada Marotta.


A.D.P.

Nessun commento:

Posta un commento